ANCHE I MURI HANNO LE ORECCHIE
Da circa due anni alcuni ben noti spioni ascoltano senza alcuno scrupolo la nostra quotidianità e intimità. Abbiamo trovato quattro microspie a casa nostra a Follonica, una in ogni stanza. Ogni microspia aveva una scheda SIM e una scheda di memoria. Le microspie erano collegate direttamente all’impianto elettrico di casa per mezzo di un trasformatore ed una batteria.
Siamo venuti a sapere che era stata depositata anche la richiesta di installare una videocamera nella nostra casa ma a causa della difficoltà di occultarla non sono riusciti a metterla.
Lo Stato cerca di trasmetterci l’idea di essere sempre sotto controllo e sorvegliati, pretendendo di capire come viviamo, cosa pensiamo e cosa desideriamo attraverso il buco di una serratura.
Tuttavia non potranno mai cogliere la complessità delle nostre esistenze e forse riuscirebbero a percepire solo le cose che già si aspettano o che vogliono sentire, trascrivendo solamente le loro misere interpretazioni.
Ciò che proviamo non potrà mai essere reso attraverso delle fredde trascrizioni nei verbali di polizia.
Le nostre passioni resteranno sempre incomprensibili alle loro orecchie.