riceviamo e pubblichiamo questa traduzione

Grecia: Dichiarazione di Pola Roupa e Nikos Maziotis in solidarietà con la Koukaki Squatting Community (12/01/2020)

Solidarietà ai compagni della Koukaki Squatting Community

Dalla fine di agosto 2019, lo Stato ha lanciato un giro di vite su larga scala contro le strutture auto-organizzate, le occupazioni del contesto anti-autoritario e gli squat, che ospitavano anche rifugiati e migranti, soprattutto famiglie con bambini. L’attuale governo ND (Νέα Δημοκρατία, “Nuova Democrazia”) sta cercando di livellare tutto ciò che è rimasto in piedi dal precedente governo di SYRIZA, che aveva fatto dei passi più selettivi, con l’obiettivo di sgomberare sia gli squat dei migranti che gli spazi di lotta auto-organizzati.

La Koukaki Squatting Community è una di queste strutture di lotta auto-organizzate, che è stata sgomberata qualche tempo fa, ma che i loro compagni in armi hanno riconquistato ieri, il che ha portato ad un secondo intervento della polizia, con i seguenti arresti e pestaggi dei compagni e di coloro che agiscono in solidarietà. La resistenza dinamica della Koukaki Squatting Community, che ha combattuto due volte contro la MAT (polizia antisommossa) e l’EKAM (unità speciale antiterrorismo) durante le operazioni di sgombero per la prima volta in questi casi in Grecia, è una posizione esemplare per difendere le opzioni e le pratiche di lotta che non dovremmo mai abbandonare.

Solidarietà ai compagni della Koukaki Squatting Community
Solidarietà a tutti coloro che difendono la scelta di lottare

Pola Roupa e Nikos Maziotis, membri di Lotta Rivoluzionaria
12/01/2020, carcere di Korydallos

A questo link il testo in inglese: https://actforfree.nostate.net/?p=36193