SEZIONE FEMMINILE A.S.2: DA ROMA-REBIBBIA A L’AQUILA.

Stamattina chi si è trovato allo sportello dei colloqui di Rebibbia Femminile ha potuto vivere
personalmente quegli istanti misti di sconcerto e rabbia raccontati più e più volte da chi, dopo aver
fatto magari diverse centinaia di chilometri per poter incontrare in carcere il proprio figlio, la
propria compagna, il proprio padre, ecc… si è sentito rispondere: “Il detenuto, la detenuta è assente
per trasferimento”. “Trasferimento per dove”?
Stamattina la guardia di Rebibbia ha risposto. “Per L’Aquila”.
Così si è appreso, prima per una, poi per l’altra, poi per l’altra, che tutte e tre le compagne
anarchiche detenute nell’Alta Sicurezza 2 di Rebibbia risultavano assenti. E presumibilmente tutte e
tre destinate al carcere de L’Aquila.
Ne abbiamo avuto conferma qualche ora dopo perché Silvia, nel carcere di arrivo, è riuscita a
vedere la propria avvocata, potendole quindi confermare che: da stamattina lei, Anna e Agnese si
trovano nella sezione A.S.2 di questo carcere istituita circa 2 anni fa e dove, non sappiamo da
quanto tempo, è già detenuta una donna per reati relativi al cosìddetto “terrorismo Islamico; si
trovano in cella singola; hanno tutte e tre la censura della posta.
Poiché giunte lì solo da poche ore, la compagna non ha potuto riferire su quali siano effettivamente
le condizioni detentive che si troveranno a vivere in questa struttura, cioè le ore di socialità e aria
concesse, così come l’accesso a biblioteca, palestra, ecc… semmai esistano lì.
Quello che possiamo affermare con sicurezza è che l’aria che si respira in un carcere in cui il 95%
della popolazione carceraria sta scontando la pena o una detenzione preventiva in regime di 41bis ,
non può che essere molto pesante.
Abbiamo specificato altrove perché secondo noi 41bis è tortura.
Sarà impegno anche di tutti e tutte noi occuparci di far fronte all’isolamento cui, proprio per la
natura che caratterizza questa struttura, guardie (G.O.M.) e D.A.P. proveranno ad applicare, di
default, alle compagne.

Per scrivere loro:
Agnese Trentin
Silvia Ruggeri
Anna Beniamino
Via Amiternina 3
Località Costarelle di Preturo
67100 – L’Aquila
Roma, 6 aprile 2019
Rete Evasioni