Udine – presentazione di “Costruire Evasioni – Sguardi e saperi contro il diritto penale del nemico”

Mappa non disponibile

Date/Time
Date(s) - 2 Feb, 2019
18:00 - 23:30

Categories


Sabato 2 febbraio a Udine al bar la Girada di via Baldissera alle 18,00

Iniziativa di controinformazione sulla repressione

presentazione del libro COSTRUIRE EVASIONI – SGUARDI E SAPERI CONTRO IL DIRITTO PENALE DEL NEMICO

con compagn* del collettivo Prison Break Project

“L’ordinamento italiano prevede, a beneficio delle istituzioni repressive, una particolare facoltà di limitare la libertà di un individuo al di fuori del diritto penale. Tale facoltà conferisce la titolarità del potere afflittivo per lo più nelle mani della questura…l’avviso orale, la sorveglianza speciale, il foglio di via,… questi provvedimenti sono qualificati come preventivi, in quanto la loro funzione è quella di prevenire il compimento di reati punendo gli individui prima che delinquano…il conferimento di tale potere in capo alle forze di polizia ha la finalità di perseguire politiche di ricatto e di controllo sociale: potenzialmente chiunque non sia visto come cittadino modello o causi più di un grattacapo alle autorità può subire una limitazione della propria libertà fisica…l’arbitrarietà dei presupposti applicativi, la rapidità del procedimento per l’adozione, la scarsa agibilità difensiva, l’indifferenza e l’assuefazione sociale… ne fanno uno strumento particolarmente conveniente per la repressione del dissenso.”

“…ciò che rende grave i comportamenti delittuosi non è dunque l’attività in sè ed i danni che provoca ma l’attitudine a turbare la “pace”, la “quiete” dei cittadini, la stasi sociale, individuata come condizione “normale” ed imprescindibile della società, da preservare con il massimo rigore…”

“Da Genova 2001 al 15 ottobre 2011 (e oltre), i processi mirano a devastare i movimenti”

“Non ci troviamo in una situazione di emergenza democratica: la guerra senza quartiere al nemico pubblico è la regola di qualsiasi governo. Per questo preferiamo parlare di diritto penale del nemico. Dal basso e dal ventre dei movimenti, non vogliamo dettare la linea, ma CONTRIBUIRE A INCEPPARE IL MECCANISMO REPRESSIVO”.

Durante l’iniziativa si parlerà di come si fabbrica il nemico pubblico, di reati associativi, di avviso orale, sorveglianza speciale, foglio di via, di repressione economica ma anche di resistenza e costruzione di vie di uscita.

PARTECIPATE!

SOLIDARIETA’ ATTIVA a ENRICO e a TUTT* i/le COMPAGN* PRES* DI MIRA DAGLI SBIRRI!

 

assemblea permanente contro il carcere e la repressione