Torino – presidio al CPR

Mappa non disponibile

Date/Time
Date(s) - 9 Ott, 2021
16:00 - 21:00

Categories


Presidio Solidale davanti al Tribunale di Torino il 7 ottobre, ore 10:30
Presidio davanti al CPR di Torino il 9 ottobre, ore 16

Il 7 febbraio 2019 scattava a Torino l’operazione Scintilla.
Quel giorno veniva sgomberato l’Asilo, occupazione storica nella quale si sono organizzate negli anni diverse lotte che hanno attraversato i quartieri di Aurora e Barriera di Milano. La reazione a quello sgombero è stata forte e determinata e ha coinvolto centinaia di persone che nei giorni e nei mesi successivi hanno dato vita a iniziative e azioni di solidarietà.

L’indagine della Procura ruotava intorno alla lotta contro i centri di detenzione per immigrati, da sempre viva in città come altrove, dentro e fuori queste strutture. Non si può tenere il conto delle rivolte che il centro di Corso Brunelleschi ha subito dalla sua apertura, danneggiato e devastato dalla rabbia dei reclusi, mentre all’esterno si è sempre provato a supportare i rivoltosi, rimarcando il ruolo di questi luoghi nei meccanismi di sfruttamento ed esclusione.
Nel corso degli ultimi due anni di indagini per l’operazione Scintilla, otto compagni e compagne vengono arrestati con l’accusa di associazione sovversiva, istigazione a delinquere e alcuni reati specifici, tra cui
attacchi incendiari a bancomat delle poste italiane, plichi esplosivi destinati a ditte collegate al funzionamento dei centri per rimpatrio e incendio in concorso con alcuni reclusi del cpr.

Negli ultimi anni il Cpr di Torino rimane un luogo di reclusione e soprusi, dove le persone muoiono inspiegabilmente, come successo lo scorso maggio a Musa Balde, e contro il quale i reclusi continuano a rivoltarsi e incendiare le loro gabbie. Per questo c’è ancora chi in città porta solidarietà fuori da quelle mura e lotta per la loro distruzione.

Il 7 ottobre ci sarà la prima udienza del processo che vede ora imputati 18 compagne e compagni. In quell’occasione ci troveremo fuori dal Tribunale di Torino per un presidio di solidarietà per non lasciare solo
chi va a processo e per ribadire che lottare contro i Cpr è più che mai necessario.

L’appuntamento è per le ore 10 e 30 davanti al Tribunale di Torino in via Giovanni Falcone.

Ci preme mandare tutta la nostra solidarietà a Natascia, compagna imputata nell’operazione Scintilla ma detenuta per l’operazione Prometeo, che ha visto richiedere qualche giorno fa dalla Procura di Genova nei suoi confronti e di altri due compagni oltre 17 anni di carcere.