SOLIDARIETÀ CONTRO TUTTI I CPR

Mappa non disponibile

Date/Time
Date(s) - 19 Gen, 2020
14:30 - 17:00

Categories


V. E., di trentasette anni, georgiano, è stato ucciso dalle forze dell’ordine nel Cpr di Gradisca d’Isonzo (GO), a un mese esatto dalla sua apertura.

Negli ultimi giorni V.E. si era fatto male allo stomaco, con un ferro, in circostanze che non ci sono ancora chiare. Le voci dei suoi compagni reclusi ci dicono che ieri otto poliziotti in tenuta antisommossa l’avevano raggiunto nella sua cella e l’avevano accerchiato. Lui era caduto, sbattendo la testa. A quel punto, dei poliziotti gli avevano messo i piedi sul collo e sulla schiena e l’avevano portato via ammanettato.

Poi è morto. La sua morte non è stata comunicata ai compagni reclusi, che ne sono comunque venuti a conoscenza e che ora ripetono che V.E. ha subito violenze da parte delle forze dell’ordine.

Il Cpr, aperto da un mese, ha già ucciso.

Domani [19/01/2019] ci troviamo, alle 14.30 puntuali, a Gradisca, sulla SR305, all’altezza del centro commerciale La Fortezza, per mostrare la nostra solidarietà a chi è rinchiuso nel lager di Gradisca e sta subendo la violenza della repressione mista al dolore della morte di un compagno.

Prima di quanto ci aspettassimo, una persona è già morta in quel luogo di morte.

Come sempre, e più che mai: libere tutte, liberi tutti!

[diffondete il più possibile!]

https://nofrontierefvg.noblogs.org/…/solidarieta-contro-tu…/