Rimini – Contromanifestazione antifascista e Concerto Punk Hardcore

Mappa non disponibile

Date/Time
Date(s) - 8 Set, 2018
15:00 - 22:00

Location
Rimini

Categories


SABATO 8 SETTEMBRE invitiamo tutte le individualità, collettivi, branchi, teppa alla mobilitazione antifascista in centro a RIMINI!
Alle 17:00 CONTROMANIFESTAZIONE ANTIFASCISTA (info su internet per luogo preciso)
e a seguire, sempre a RIMINI
dalle 21:00 concerto PUNK Hardcore (info/indirizzo: 3511605035)
con
CONTRASTO
AMIR
GLI STRONZI
MALLOY
SCHIFONOIA
JONESTOWN KIDS

(ATTENZIONE!! La TATTOO CIRCUS e le iniziative delle giornate del 7 e del 9 settembre presso l’HANTA-YO AUTOGESTITO a Forlì rimangono invariate, come da programma precedente. Il concerto rimane malefit per la Cassa Antirepressione Capitano ACAB)

– Pirat* del capitano ACAB –

Contro ogni autorità, in lotta sempre contro il fascismo.
Sul perchè spostare il Concerto Punk Hardcore Fc-Hc a Rimini.

Da diverso tempo abbiamo pubblicizzato il programma della tre giorni che si terrà il 7, 8 e 9 settembre a Forlì.
Per la giornata dell’8 era in programma il consueto concertone punk hardcore all’anfiteatro dello skate park di Forlì.
Attorno a ferragosto veniamo a sapere che Forza Nuova ha organizzato un corteo a Rimini (dal titolo “custodi di un’idea”) lo stesso giorno, alla stessa ora in cui avevamo fissato il concerto e, in aggiunta, un concerto nazipunk in un bagno al mare a Cesenatico per la sera
Una bella giornatina non c’è che dire! Non vogliamo lanciarci in oblique dietrologie nell’ipotizzare che, come è successo altre volte, i fasci abbiano scelto a posteriori data e ora, convinti che quel giorno noi adorabili zecche fossimo impegnate altrove…ma è una possibilità.
L’idea di cui vagheggia il titolo della loro manifestazione possiamo certo presumere che sia quella fascista che, all’oggi, nel territorio chiamato Italia sembra raccogliere sempre più fan, nelle strade come nei palazzi del potere, a partire dal ministro dell’interno, le cui mani grondano sangue, passando per il ministro della famiglia, fondamentalista cattolico, che propone da mesi l’illegalizzazione dell’aborto e leggi omofobe, sessiste e patriarcali come non si vedevano dai tempi della più ferrea DC.
Il fascismo è un’aberrazione più viva che mai, più legittimata che mai, più finanziata e sdoganata che mai e sta iniziando a premere il grilletto e sfoderare le lame sempre più di frequente: la libertà e la nostra autodeterminazione hanno bisogno di slanci, fantasia, rabbia per far colare a picco il mondo dell’ordine che democrazia, fascismo, divinità, famiglia e ogni altra forma di autorità impongono sulle nostre vite.

Ci siamo confrontate tra diverse realtà del territorio chiamato Romagna e ci siamo dette che non era proprio il caso di lasciar passare sotto silenzio questa giornata.
Non ci sentivamo di strimpellare e urlare e pogare con un’indisturbata manifestazione di nazi a 40km da noi!
Abbiamo scelto di rilanciare e di fare del punk hardcore quel collante di rabbia e lotta che ci ha appassionato anni or sono e ancora ci spinge a sventolare la nera bandiera del rifiuto e della lotta permanente a questa società.