Pavia – Presidio solidale al carcere

Mappa non disponibile

Date/Time
Date(s) - 12 Ott, 2019
15:00 - 22:00

Categories


 

Presidio solidale al carcere di Pavia – Sabato 12 ottobre, ore 15

Il 21 maggio 2019 due compagni, Robert e Beppe, e una compagna, Natasha, sono stati arrestati con l’accusa di aver inviato, nel 2017, tre pacchi esplosivi a due PM della procura di Torino, Sparagna e Rinaudo, e a Santi Consolo, all’epoca direttore del DAP di Roma. L’operazione è stata denominata “Prometeo”.

Hanno subìto continui trasferimenti. Destinati alle sezioni di Alta Sicurezza, nella maggior parte dei casi sono stati rinchiusi in carceri nelle quali sono presenti reparti destinati al 41bis. Come Natasha, inizialmente assegnata alla sezione di AS2 a L’Aquila dove la quasi totalità delle persone sono recluse in regime di 41bis, noto per le estreme condizioni di isolamento e privazione.

Il nostro compagno Beppe è passato dal carcere di Opera a Milano, da Alessandria e da Rossano. Da quest’ultimo ha chiesto il trasferimento per avvicinamento e per incompatibilità con gli altri detenuti.

Ed ecco che la provocazione degli organi di stato addetti alla repressione si è manifestata e Beppe è stato rinchiuso nel carcere di Pavia, ma nella “sezione protetti” destinata a infami, ex sbirri, stupratori, pedofili. Vi vengono rinchiusi anche transessuali, ma quando ne facciano esplicita richiesta.

L’obiettivo è quello di tenerlo sempre più isolato e di cercare di fiaccarne lo spirito.

Non ci stanno riuscendo e noi saremo sotto le mura del carcere di Pavia per sostenerlo e per portare un saluto solidale.