USA – Chiamata alla Solidarietà Internazionale con lo Sciopero delle Prigioni 2018

Mappa non disponibile

Date/Time
Date(s) - 21 Ago, 2018 - 9 Set, 2018
00:15 - 23:15

Categories


Chiamata da parte del Movimento Abolizionista Rivoluzionario (RAM) per la solidarietà globale con lo sciopero delle carceri del 21 Agosto.

Il 21 agosto, le persone in carcere in tutto il territorio degli Stati Uniti sono pronte per entrare in sciopero, portando l’attenzione non solo sugli atroci abusi e sulle condizioni disumane, ma anche sulla continua riduzione in schiavitù di milioni di persone all’interno delle prigioni americane.

Dopo la guerra civile, la schiavitù è stata istituzionalizzata nella società americana attraverso la costituzione del XIII emendamento, che permette la schiavitù come punizione per un crimine. In America, la criminalizzazione delle persone nere viene imposta dalle forze di polizia, che spesso sparano impunemente alle persone di colore, e dai giudici che le condannano a pene draconiane, garantendo la loro riduzione in schiavitù nelle piantagioni dei nostri giorni.

Affrontando una situazione tesa a soffocare qualsiasi barlume di gioia e di umanità, le persone nelle prigioni degli Stati Uniti stanno richiamando l’attenzione verso “la mancanza di rispetto per la vita umana che è incorporato nell’ideologia penale della nostra nazione” entrando coraggiosamente in sciopero dal 21 agosto al 9 settembre. Le date, scelte dagli organizzatori nelle prigioni, sottolineano la continuità dello sciopero con i lasciti di Nat Turner, che iniziò la sua ribellione il 21 agosto 1831, e l’Insurrezione Attica, che ha avuto inizio il 9 settembre 1971.

Nat Turner, che era nato in schiavitù, ha preso parte ad una grande insurrezione, liberando gli schiavi dalle piantagioni e giustiziando i proprietari di schiavi. La sollevazione Attica, un’importante pietra miliare per la resistenza nelle prigioni degli Stati Uniti, ha avuto luogo a seguito dell’uccisione del rivoluzionario nero George Jackson da parte di una guardia carceraria durante un tentativo di fuga. Come Nat Turner ed i ribelli dell’Attica prima di loro, gli scioperanti prigionieri oggi sono in lotta per la liberazione nera e l’abolizione della schiavitù.

I rivoluzionari in tutto il mondo dovrebbero essere consapevoli della lotta contro la schiavitù nelle carceri d’America. La presidenza Trump è uno dei regimi più barbari del mondo di oggi, che porta avanti una lunga tradizione di razzismo, sfruttamento e genocidio radicata nello stato americano.

Le persone nelle carceri che si stanno sollevando per riguadagnare la loro umanità stanno fornendo una delle esperienze di resistenza alle politiche orribili e disumanizzanti del sistema giuridico americano più suggestive dell’era Trump.

Chiediamo ai compagni di tutto il mondo a unirsi in azioni di solidarietà con lo sciopero delle prigioni negli Stati Uniti. Lo stato americano e le aziende che traggono vantaggio dal lavoro degli schiavi in carcere devono essere ritenuti responsabili di queste atrocità da parte dei rivoluzionari attraverso l’azione diretta in tutto il mondo.

Le azioni contro i consolati americani e le aziende che beneficiano del lavoro schiavista e la distruzione dei simboli della schiavitù carceraria americana attireranno l’attenzione di tutto il mondo verso la lotta che si sta svolgendo nelle prigioni.

Le azioni da parte dei militanti a sostegno dello sciopero delle prigioni manderanno un potente messaggio di sfida allo stato americano e di solidarietà ai ribelli dentro le mura delle prigioni.

 

Bruciare le prigioni!

Sostenere lo sciopero nelle prigioni!

Lunga vita alla solidarietà internazionale!

https://itsgoingdown.org/call-for-solidarity-with-prison-strike/