Nantes, Francia: Fumare la «marguerite». Attacco incendiario contro un’automobile del carsharing (29/06/2020)

Una «marguerite» [letteralmente: margherita], auto del carsharing della città di Nantes, è stata incendiata nella notte fra domenica e lunedì 29 giugno [2020], in fondo al boulevard Paul Chabas, a Nantes. – Perché è un pezzo del dispositivo della «smart & safe city». – Perché la SEPAMAT, l’impresa che gestisce le «marguerite» è un partner della Metropoli … Read more Nantes, Francia: Fumare la «marguerite». Attacco incendiario contro un’automobile del carsharing (29/06/2020)

Tolosa, Francia: Abbasso (abbatti) questo mondo! (giugno 2020)

Tolosa, Francia: Abbasso (abbatti) questo mondo! (giugno 2020) A maggio fai quel che ti piace*. Diverse automobili hanno avuto gli pneumatici bucati, a causa di ciò che esse rappresentano: – una macchina del Comune di Tolosa; – una macchina di un’impresa di distribuzione di carne; – due macchine di agenzie immobiliari; – una macchina dell’EDF … Read more Tolosa, Francia: Abbasso (abbatti) questo mondo! (giugno 2020)

Metropoli di Grenoble, Francia: Attacchi coordinati contro le antenne per le telecomunicazioni (maggio 2020)

Gruppo della Tour sans Venin A chi attibuire gli incendi sincronizzati di tre antenne-ripetitori, nell’agglomearazione di Grenoble? I gratta-tastiera professionisti, dotati di etichette politiche, tergiversano pietosamente, indecisi fra complottisti ed esponenti dell’estrema sinistra. Ignoranza crassa. Questi commentatori del vuoto, acquistati dai mercanti di intossicazione comunemente chiamati attualità, formattano, con i loro termini, dei fenomeni che … Read more Metropoli di Grenoble, Francia: Attacchi coordinati contro le antenne per le telecomunicazioni (maggio 2020)

Francia: Da qualche parte in Francia – Attacco incendiario contro un ripetitore per la telefonia mobile (maggio 2020)

Francia: Da qualche parte in Francia – Attacco incendiario contro un ripetitore per la telefonia mobile (maggio 2020) A maggio, anche noi abbiamo fatto quello che ci piace. Abbiamo incendiato un ripetitore telefonico. Volevamo partecipare alla gioiosa ondata contro la tecnologia che si è diffusa attraverso il mondo. A volte, il potere, tramite la voce … Read more Francia: Da qualche parte in Francia – Attacco incendiario contro un ripetitore per la telefonia mobile (maggio 2020)

Lille – 5 arresti per l’incendio di un’antenna 5G

riceviamo e pubblichiamo questa traduzione di una notizia apparsa su attaque.org, l’immagine in fondo al testo è invece tratta da un giornale di regime francese. secondo quanto riportato da alcuni giornali francesi, il 30 giugno 2020 la polizia di Lille ha arrestato sei persone, cinque uomini e una donna, per l’incendio di un’antenna 5G avvenuto … Read more Lille – 5 arresti per l’incendio di un’antenna 5G

COR FURORE NER CORE-Sostegno economico Op.Bialystok

SOSTEGNO ECONOMICO OP. BIALYSTOCK Il 12 giugno è scattata un’ennesima operazione repressiva anti-anarchica, questa volta nei territori dominati dallo stato italiano, francese e spagnolo. Le guardie, in particolare i ROS di Roma, hanno perquisito diverse abitazioni, sequestrato il solito materiale cartaceo e informatico, arrestando 7 persone. All’oggi 5 di loro sono in carcere, uno sottoposto … Read more COR FURORE NER CORE-Sostegno economico Op.Bialystok

Gabriel Pombo Da Silva è stato trasferito nel carcere di Mansilla de las Mulas

traduzione in italiano di malacoda.org Gabriel Pombo Da Silva è stato trasferito nel carcere di Mansilla de las Mulas La compagna Elisa ci ha inviato delle informazioni sul compagno anarchico Gabriel Pombo da Silva, che è già stato trasferito e si trova nel carcere di Mansilla de las Mulas, a León. Anche se non ha … Read more Gabriel Pombo Da Silva è stato trasferito nel carcere di Mansilla de las Mulas

Esito del riesame Op.Bialystok

Apprendiamo ora l’esito del riesame per i prigionieri/e detenuti/e in Italia dell’Operazione Bialystok. Paska libero in quanto non sussistono esigenze cautelari. Confermate invece le altre tre misure cautelari in carcere. Rimangono l’associazione, l’istigazione e l’aggravante di terrorismo. Per quanto riguarda i/le prigionieri/e all’estero finché non avverrà l’estradizione su suolo italiano non partirà l’iter del riesame.