Davide Delogu in sciopero della fame

“Davide dal giorno 4 novembre sta intraprendendo a oltranza uno sciopero  della fame in risposta alla galera: Contro la negazione di presenziare alla prossima udienza a Cagliari il 14 febbraio, contro l’isolamento totale del 14 bis e la sua attivata proroga per altri sei mesi, le sue galere, le sue celle, contro il dominio carcerario. … Read more Davide Delogu in sciopero della fame

Cagliari – Arrestato Paolo

Martedì 31 ottobre il nostro compagno Paolo è stato arrestato, insieme ai suoi due complici, immediatamente dopo aver rapinato un ufficio postale in un quartiere periferico di Cagliari. Dopo l’uscita dalle poste i tre hanno tentato la fuga, ma l’infamata di un passante ha dato delle indicazioni troppo precise agli sbirri che hanno così potuto … Read more Cagliari – Arrestato Paolo

Atene – Rivendicazione attacco a stazione di polizia in seguito al ferimento di Kostas B.

Sabato 16 settembre abbiamo fatto una protesta antifascista, durante il giorno in Keratsini [quartiere di Atene] e di sera in centro Atene, in occasione dei 4 anni dall’assassinio di Pavlos Fyssas ucciso dal battaglione d’assalto di Alba Dorata. A seguito degli scontri scoppiati durante le protesta serale e che si conclusero in Exarchia, il sedicenne … Read more Atene – Rivendicazione attacco a stazione di polizia in seguito al ferimento di Kostas B.

Melendugno, Lecce – Petardi contro auto di sorveglianza nel cantiere TAP

Apprendiamo dall’edizione cartacea del 6 novembre di un quotidiano locale di un’azione contro il cantiere TAP. Riportiamo parte dell’articolo: Nella notte tra il 4 e il 5 novembre 2017 un gruppo di persone rimaste anonime ha lanciato alcuni petardi contro un’auto dell’istituto di vigilanza Almaroma impegnata nella sorveglianza all’interno del cantiere del gasdotto TAP a … Read more Melendugno, Lecce – Petardi contro auto di sorveglianza nel cantiere TAP

Messico – Sabotaggio al Collegio Militare per il Novembre Nero

Nella notte del 2 novembre abbiamo deciso di prendere azione contro la porta 1 dell’eroico collegio militare con un ordigno artigianale, in modo da avviare una campagna di sabotaggio immaginativo contro tutti gli apparati dello Stato per chiedere la liberazione degli anarchici prigionieri in me$$ico e nel mondo e invitare le individualità e i collettivi … Read more Messico – Sabotaggio al Collegio Militare per il Novembre Nero

Zurigo – L’Animal Liberation Front decora l’ETH e il campus Irchel

“Zurigo, 24.10.2017 Questa notte abbiamo abbellito l’ETH e il campus universitario Irchel. Con questa azione vogliamo protestare contro ogni sperimentazione animale, specialmente contro la sperimentazione su scimmie programmata dal Dr. Mante. Ogni anno muoiono in tutto il mondo centinaia di migliaia di esseri viventi senzienti per una metodologia di ricerca antiquata, inutile e non trasferibile … Read more Zurigo – L’Animal Liberation Front decora l’ETH e il campus Irchel

Volvera – Ripetitori incendiati in solidarietà ai processati a Torino, ai fuggiaschi e a chi lotta

Riceviamo e diffondiamo il testo di una rivendicazione arrivata il 30 o 31/10/17 per posta (timbro postale TORINO 26/10/17). Su internet e sui giornali locali non abbiamo trovato notizie a riguardo dell’azione rivendicata, quindi non possiamo risalire ad ulteriori informazioni o alla data in cui sarebbe avvenuta. VOLVERA TO RIPETITORI IN FIAMME PER GLI ANARCHICI A PROCESSO … Read more Volvera – Ripetitori incendiati in solidarietà ai processati a Torino, ai fuggiaschi e a chi lotta

Santiago, Cile – Ordigno disinnescato davanti a sede politica pochi giorni prima delle elezioni presidenziali

  Durante le prime ore del 31 ottobre 2017 mani anonime hanno lasciato un ordigno esplosivo presso la sede del Partito per la Democrazia (PPD) situato all’incrocio tra Santo Domingo e Almirante Barroso nel pieno centro di Santiago. Intorno alle 4:30, i vicini notavano l’esistenza di un oggetto sospetto, chiamando la polizia che ha deciso … Read more Santiago, Cile – Ordigno disinnescato davanti a sede politica pochi giorni prima delle elezioni presidenziali

Trento – Aggiornamenti arresti Nasci e Steve

Lunedì 23 ottobre a Trento si è svolto il processo per direttissima (con rito abbreviato) contro Nasci e Steve, compagni arrestati sabato 21 dopo un attacco a un banchetto di Forza Nuova. Le condanne sono state rispettivamente di 4 mesi e 14 giorni con divieto di dimora da Trento per Nasci, 4 mesi e 12 giorni con l’obbligo di firma giornaliero per Steve. Obbligo di firma e divieto di dimora sono misure cautelari (la condanna non è esecutiva) per le quali si terrà il riesame il 7 novembre. Per il terzo compagno fermato, subito rilasciato in quanto minorenne, ci sarà un processo al Tribunale dei Minori. Per due militanti del Centro Sociale Bruno (area “disobbedienti”), arrestati nella stessa giornata durante un’altra azione, il processo è stato rinviato. Sono stati rilasciati senza misure. Davanti al tribunale c’erano due folti presidi, uno da parte del C.S. Bruno ed uno dei compagni. Più tardi il presidio si è diviso tra carcere e questura per accogliere i compagni che venivano rilasciati. La stampa locale ha gonfiato ad arte la situazione: i blocchi stradali con cassonetti avvenuti sabato sera sono diventati “notte di follia a Trento”, il presidio di domenica al carcere e poi sotto la questura per farsi sentire dai compagni con megafono, torce e battiture, diventa “sassaiola alla questura”. Tutto questo mentre il questore avverte che d’ora in poi non verrà tollerato nessun atto illegale, invitando ancora una volta la cittadinanza a dissociarsi dalle pratiche di lotta. Al momento della scarcerazione è stato richiesto il prelievo del DNA. Mentre in questura le guardie hanno desistito dopo aver incassato il rifiuto di sottoporsi al prelievo, in carcere i secondini hanno proceduto al prelievo coatto. Per la cronaca la notte di sabato 28 per l’ennesima volta la targa sui martiri delle foibe è stata data alle fiamme. Compagni e compagne