Patrasso (Grecia9- Rivendicazione dell’attacco contro una filiale della Banca del Pireo da parte di “Memoria insurrezionale”

Rivendicazione dell’attacco contro una filiale della Banca del Pireo da parte di “Memoria insurrezionale” (Patrasso, Grecia, 6 dicembre 2020)

Alle prime ore del 6 dicembre [2020] abbiamo attaccato la Banca del Pireo in via Ellina Stratiwti [a Patrasso], danneggiando la facciata e i bancomat. In mezzo a divieti statali volti a imporre il silenzio e a normalizzare la repressione in misura ancora maggiore, seppellendo e criminalizzando le lotte sociali e di classe, attaccando i gruppi sociali in lotta con orde di poliziotti nelle strade e potenziando la repressione, abbiamo attuato un’azione commemorativa minima per la continuità del significato insurrezionale e offensivo della rivolta del dicembre 2008.

Le proteste, i sabotaggi, gli attacchi agli obiettivi statali e capitalisti sono strumenti senza tempo nella faretra della lotta per la rivoluzione sociale e li conserveremo a tutti i costi contro l’attacco capitalista alle nostre esistenze. All’immagine che abbiamo visto il giorno seguente, gli assassini a guardia del monumento dello studente anarchico Alexandros Grigoropoulos, ma anche a tutto ciò che è successo in tutta la Grecia, rispondiamo con la nostra azione quotidiana, preparando l’organizzazione necessaria e affilando i nostri strumenti e lotte. Con la promessa che dicembre non è finito, vive nei cuori e nelle menti di tutti coloro che lottano per un mondo di uguaglianza, solidarietà, libertà, un mondo da far nascere sulle rovine dello Stato e del capitale.

SOLIDARIETÀ AGLI ARRESTATI DEL 6 DICEMBRE
NON UN PASSO INDIETRO CONTRO LA REPRESSIONE STATALE
LOTTA IRREMOVIBILE PER LA RIVOLUZIONE SOCIALE CONTRO LO STATO, IL CAPITALE E OGNI AUTORITÀ

Memoria insurrezionale