Parigi – 2 attacchi incendiari

Riceviamo e pubblichiamo la traduzione di 2 rivendicazioni di incendi avvenuti a Parigi, i testi nell originale francese sono reperibili su attaque.noblogs.org

Parigi : Eiffage brucia

La solidarietà con i nostri compagni e compagne in prigione è qualcosa di fondamentale. E se essa è una pratica costante, giorno dopo giorno, ci piace l’idea di una campagna internazionale per ricordarli/e. Una solidarietà che dovrebbe essere più che delle parole, più che dei colori e delle testimonianze.

Nella notte dal 24 al 25 agosto, nel passage de Lagny, a Parigi, abbiamo incendiato un furgone di Eiffage, impresa tristemente nota per costruire delle prigioni (e la grande prigione a cielo aperto: queste città sempre più sorvegliate ed inumane).

Questa piccola azione non è che una goccia d’acqua nel mare, di fronte a questo mondo d’autorità e di sfruttamento. Non cambia quasi nulla al suo funzionamento e verrà presto dimenticata. Ma, in più del fatto che Eiffage è regolarmente presa di mira, a Parigi o altrove, quello che conta per noi è la volontà di non accettare questo stato di cose, di agire con i nostri mezzi, di dirci e di dire agli altri che è possibile. Se lottiamo, è per dignità.

Solidarietà con gli anarchici rinchiusi nelle galere dei differenti Stati del mondo !

Un pensiero in particolare per Monica e Francisco, in Cile.

La solidarità è l’attacco

Fuoco alle prigioni, a quelli che le costruiscono, a quelli che le fanno esistere.

Anarchici/e
https://attaque.noblogs.org/post/2020/08/26/paris-eiffage-brule/


Parigi : incendio solidale

Nella notte fra il 26 e il 27 agosto, abbiamo incendiato un veicolo utilitario dell’impresa Vinci, cementificatori e costruttori di galere, in rue Ramus, nel ventesimo arrondissement di Parigi.

Vinci, come tutte le imprese, ha come solo scopo quello di accumulare i profitti e in questo caso si parla di miliardi di euro (Vinci è la seconda più grande società di costruzioni e di concessioni pubbliche del mondo). Lo fanno distruggendo la natura, partecipando alla preparazione delle catastrofi di domani (come con la costruzione della discarica nucleare di Bure), costruendo delle gabbie.

Cerchiamo quindi di ridurre un po’ i loro guadagni! E il fuoco è un buon mezzo.

Vogliamo approfittarne per mandare i nostri saluti calorosi a Gabriel Pombo Da Silva, in occasione della settimana internazionele di lotta in solidarietà con gli/le anarchici imprigionati/e.

Libertà per tutti/e.

mecheros solidarios
https://attaque.noblogs.org/post/2020/08/28/paris-incendie-solidaire-2/