Aggiornamenti su Manu, Stecco, Juan e Sasha

riceviamo e diffondiamo:

Stecco dall’ 11 febbraio è sottoposto al regime della detenzione domiciliare, le restrizioni principali sono l’impossibilità di vedere persone pregiudicate.
Manu invece è attualmente agli arresti domiciliari dal 5 marzo, ha tutte le restrizioni e può vedere solo familiari conviventi.
Sasha è libera, le sono state tolte le misure dell’obbligo di dimora e del rientro notturno!
Sempre a fianco ai cuori ardenti! tutti liberi, tutte libere!

Juan, arrestato nel maggio del 2019 dopo circa due anni di latitanza, attualmente in carcere in AS2 a Terni per un cumulo di pene di una decina di anni, e di recente condannato in appello a 2 e 6 mesi per documenti falsi e possesso di un coltello, è indagato per l’attacco alla sede della Lega di Treviso avvenuto nell’agosto del 2018. Visto che la prova contro di lui per quell’azione sarebbe una “traccia parziale di DNA”, il PM aveva chiesto che il compagno venisse sottoposto al prelievo di “mucosa dal cavo orale”. Siccome Juan si è rifiutato di fornire il proprio DNA, il PM ha chiesto e ottenuto dal GIP l’autorizzazione al prelievo coatto, “con mezzo di coercizione fisica per il tempo strettamente necessario all’esecuzione del prelievo”. A tal fine è stato stabilito il prelievo coercitivo in presenza di un avvocato per il 4 marzo. Juan fa sapere che opporrà resistenza (“pacifica, vista la sproporzione delle forze”) per una questione di principio, e che racconterà in un comunicato successivo come è andata, di modo che possa essere utile anche per altri.

Tra il suo rifiuto del prelievo e l’autorizzazione a quello coatto, è successa una cosa che Juan ci tiene a rendere pubblica. Il 27 febbraio 2020, alle ore 9,00, le guardie hanno fatto una perquisizione in sezione. Dalla cella di Juan è stato preso di nascosto un pettine e sostituito con un altro uguale, tranne per alcune piccole caratteristiche (assenza di residui di capelli e colore un po’ più chiaro) che il compagno ha notato e di cui è assolutamente sicuro. Juan ha buttato il pettine sul tavolo della guardia di modo che questa debba fare al riguardo il solito rapporto.