Cile: Secondo comunicato dei sovversivi prigionieri nel carcere di alta sicurezza

Santiago, Cile: Secondo comunicato dei sovversivi prigionieri nel carcere di alta sicurezza – Sul rinvio a tempo indeterminato del trasferimento e della chiusura del carcere (24/10/2019)

Un paio di settimane fa abbiamo dato visibilità alla decisione dello Stato di rinnovare il carcere di alta sicurezza [CAS, “Cárcel de alta seguridad”], specificando la nostra prospettiva al riguardo. Questa informazione, che ora è pubblica, è variata considerevolmente poiché si sono concretizzate varie ragioni hanno impedito il trasferimento generale ad altre unità, così il trasferimento è stato rimandato indefinitamente.

Insistiamo fermamente sulla chiamata ad affrontare insieme questo momento di lotta, dentro e fuori le mura, per la distruzione dei confini che impediscono un progresso collettivo.

La nostra volontà è quella di continuare di proseguire a costruire collettivamente le resistenze quotidiane, poiché riteniamo sia urgente e necessario rafforzare tutte le iniziative che spezzino l’isolamento in questo intenso momento di conflitto [si riferiscono all’ampia rivolta in corso in Cile].

Abbracciamo coloro che ci accompagnano e tutti coloro che sono solidali, con azioni e parole, nell’organizzazione e nella lotta contro il carcere come parte ineludibile della lotta contro l’autorità.

Siamo convinti!
Libertà per i prigionieri della guerra sociale!
Solidarietà e fraternità internazionalista per la distruzione delle carceri!
Finché ci sarà miseria, ci sarà ribellione!

Juan Flores Riquelme
Juan Aliste Vega
Joaquín García Chanks
Marcelo Villarroel Sepúlveda

Carcere di alta sicurezza
Santiago de Chile
24 ottobre 2019

[Tradotto a partire da publicacionrefractario.wordpress.com].

fonte: insuscettibilediravvedimento.noblogs.org