Santiago, Cile – Un compagno gravemente ferito dalla poliza al funerale di Kevin Garrido

Durante i funerali di Kevin Garrido, assassinato nel centro di sterminio di Santiago 1, la forte presenza della polizia (elicottero, reparti antisommossa dei carabinieri, idranti, lanciagranate e blindati delle forze speciali) ha seguito il corteo funebre durante tutto il percorso. Dalla sua casa a San Bernardo, al tragitto a piedi nella località La Vittoria, per poi proseguire al cimitero.

Cercando di intimidire la forte presenza combattiva e nera che ha salutato Kevin con razzi, fuochi d’artificio, petardi, bandiere nere e striscioni, la polizia ha fermato un autobus dove erano trasportati alcuni partecipanti, oltre a cercare di perquisire alcuni veicoli durante il percorso.

È nel bel mezzo dei continui attacchi delle auto blindate della polizia in pieno movimento contro i compagni che si muovevano coi mezzi che questa riesce a rompere la carovana e intercettare un camionetta. Le forze repressive attivano il blindato lancia gas, e oltre a lanciare gas mentre colpiscono i compagni in mezzo alla strada. Durante questi scontri, il compagno Sebastian Orellana è gravemente ferito. Secondo la testimonianza della famiglia, un colpo della polizia avrebbe causato una frattura emorragica del cranio, e poi è stato investito, causando una frattura esposta a una gamba.

E’ stato portato in ospedale dai compagni e ci si aspetta informazioni tempestive per quanto riguarda la vostra situazione di salute e sull’operazione che dovrà subire.

Oggi come ieri: Tutto l’odio ai bastardi della polizia!

Forza al compagno ferito!

Vendetta per i ribelli morti in prigione!

fonte: publicacionrefractario.wordpress.com