Colonia e Berlino – Attacchi in solidarietà alla resistenza di Hambach

Colonia (Köln), 2 ottobre 2018

Carx sindacalistx IGBCE
Questa notte abbiamo visitato la vostra centrale di Colonia nella Aachener Straße poiché pensiamo: Dovete cambiare! Ora sosterrete che la vernice e  le pietre non sono degli argomenti nel dibattito sui posti di lavoro e per il nostro futuro energetico. Questo lo pensavano fino a poco tempo fa anche i noleggiatori di macchine da costruzione Gerken e Boels, che con le loro elevatrici favorirono di fatto lo sgombero sbirresco della foresta di Hambach. Ora la pensano diversamente. A volte ci vogliono degli eventi straordinari per riuscire a superare dei vecchi e fossilizzati modi di pensare.

Ed ecco che siamo al nocciolo di quel che vogliamo: Dovete superare la posizione da dinosauro del vostro presidente! La fine della trasformazione in energia del carbone è decisa e arriverà prima di quel che il vostro ginnasta capo chiede insieme all’antiquata direzione di RWE. Vista l’urgenza dei problemi causati dal cambio climatico sarebbe assurdo rinviare fino al 2045 la fine del carbone.

Iniziate a fare quel che i sindacati dovrebbero fare. Cioè rappresentare il proprio punto di vista! Non è solo da idioti ma anche costoso pensare che questo punto di vista potrebbe essere identico a quello della direzione RWE. Fino a otto anni fa, RWE (come oggi con il carbone) difendeva con gli stessi dati di fatto alternativi l’energia nucleare: „Staccando la spina sarebbe in forse la sicurezza della fornitura di base…“. Senza esito alcuno avete ripetuto a pappagallo gli stessi argomenti, facendo una gran figuraccia. Già allora avevate tralasciato di posizionarvi politicamente in modo indipendente per poter ottenere con determinazione delle migliori condizioni per voi (contro la direzione del gruppo). Volete ripetere lo stesso errore?

La nostra prognosi: RWE intascherà dei risarcimenti giganteschi per una fine anticipata del carbone. Se non lottate ora per questo, non ne avrete nulla. Chiedete l’uscita necessaria dal carbone e chiedete dei cambiamenti solidi nei posti di lavoro, incluso le riqualificazioni finanziate da RWE. Rafforzate le richieste con degli scioperi oppure con il sabotaggio in sordina. La settimana di 40 ore e il fine settimana non sono conquiste ottenute con dei sindacati che si sono accattivati la simpatia dei gruppi. Posizionatevi! Disdicete il vostro accordo di non muovervi da partner sociale del datore di lavoro. Poiché RWE già nella “uscita dal nucleare” non vi ha sostenutx in alcun modo.

Per avvicinare anche altre istituzioni e imprese che profittano della politica irresponsabile di RWE, abbiamo aggiunto a questo testo il bilancio di fine anno del 2017 di RWE. Dalla pagina 18 in poi c’è la lista di tutte le partecipazioni dei gruppi. Vi auguriamo molto successo nella ricerca e per la visita notturna.

fonte: chronik.blackblogs.org


Colonia e Berlino - Attacchi in solidarietà alla resistenza di Hambach

La notte scorsa [dal 10 all’11 ottobre 2018] a Berlino, abbiamo acceso diversi ordigni incendiari davanti all’entrata del Gaußstraße 11 nel quartiere di Charlottenburg. Questo fuoco di solidarietà è diretto contro l’impresa RWE-Innogy, la cui sede si trova a quell’indirizzo, ed è l’espressione dei legami che sentiamo di avere con gli/le occupanti della foresta di Hambach. Nonostante lo stop temporaneo al disboscamento, è presto per festeggiare. Le macchinazioni distruttrici di RWE e di altre imprese d’energia continuano in altri luoghi senza essere minimamente disturbate. RWE fornisce il carburante che fa funzionare il capitalismo mondiale, la cui esistenza si basa sullo sfruttamento, il controllo e la distruzione dell’umano e della natura.

Oltre all’impresa e i suoi lacchè, che sono sotto contratto con lo Stato come le società private, la politica bugiarda e i suoi servi in toga di giodice fanno parte allo stesso modo di questa miseria. Tutti e tutte agiscono al servizio del capitale, come ce l’insegnano gli eventi delle ultime settimane. Ecco perché non dovremmo lasciarci fuorviare dalle promesse e le decisioni di giustizia, perché è la stessa giustizia che, con la scusa della protezione contro gli incendi, dà il via alle espulsioni e rinchiude in prigione i/le nostr* amic*.

Per la libertà e la rivolta!
Amore e forza per le persone incarcerate!
Fuoco e fiamme per RWE !

(A)

fonte: it-contrainfo.espiv.net