Madrid – Attacchi contro le immobiliari in difesa dell’occupazione nella fine di maggio

Il mese di maggio si è concluso con attacchi contro diverse società immobiliari in diversi quartieri di Madrid. L’obiettivo è quello di colpire queste entità capitaliste che fanno parte del tessuto speculativo del capitalismo e dello Stato. Negli ultimi tempi abbiamo assistito a una duplice strategia di disattivazione e recupero della occupazione da parte del sistema: rafforzamento delle leggi che perseguono le occupazioni e aumento degli sfratti e, in parallelo, la ricerca della resa attraverso la negoziazione e l’eventuale legalizzazione di
spazi. Questi tentativi di recupero sono intesi a indebolire l’azione diretta e la messa in discussione della proprietà privata, le basi su cui si radica l’occupazione come arma di lotta e attacco alle logiche di potenza.

L’attacco è facile e semplice, oltre che necessario. Il sabotaggio e le azioni hanno sempre accompagnato la parola e la propaganda come armi di lx anarchici nella lotta contro tutte le forme di autorità e sfruttamento.
Contro i processi di gentrificazione dei quartieri, il loro controllo sociale, la videosorveglianza e la militarizzazione delle strade.
Contro i loro attacchi repressivi, la distruzione della terra, l’alienazione tutti i giorni nei luoghi di lavoro e negli studi. Contro la logica di questo sistema marcio, i suoi linguaggi e i suoi schemi, non apriamo alcun dialogo. L’azione e la lotta, libere da qualsiasi mediazione con lo Stato, sono l’unico cammino.

Noi rivendichiamo, quindi, la rottura con martelli e un’altra serie di attacchi a vetrine immobiliari a vallekas, tetuan, carabanchel e in diversi quartieri del centro.
Questa volta abbiamo scelto un semplice vetro da alcune società immobiliari, ma sono anche sulla nostra lista direttamente responsabili come la polizia.
I vostri continui attacchi, vessazionii, sfratti, sgomberi, prepotenze, espulsioni… la vostra esistenza non rimarrà impunita.
Né dimentichiamo quei manager della miseria che sono quelli dei municipi, abbiamo salutato con risate complici la visita notturna ai locali di Marea Atlántica a La Coruña.

Forza per tuttx quelli che lottano

Viva l’anarchia!

fonte: contramadriz.espivblogs.net