nuovo blog di lotta contro il TAP – tiltap.noblogs.org

E’ attivo un nuovo blog di lotta contro il TAP :    tiltap.noblogs.org

Uno spazio un foglio e un blog. TILT è un nuovo progetto per provare a riprendere il filo di un discorso mai interrotto: quello di una opposizione a Tap senza mediazioni né compromessi, una opposizione radicale che abbia nella conflittualità costante il suo punto di forza e di rottura; non solo contro Tap e tutti i suoi collaboratori, ma anche contro il mondo della politica che lo ha approvato, contro l’economia che lo sostiene e contro i gestori dell’ordine che lo proteggono.

Percontatti: tiltap@riseup.net

alcuni articoli:

Profezie

Sono conosciute come agenzie interinali, e tecnicamente sono “agenzie di intermediazione lavorativa”. Nei fatti svolgono il ruolo di procacciare lavoro, a tempo determinato, per le aziende che ne fanno richiesta, guadagnando denaro dalla forza-lavoro prodotta da altri. Si tratta della versione moderna del vecchio ruolo del sensale di paese, figura malvista e spesso piuttosto disprezzata nella cultura popolare, a cui si era costretti a rivolgersi per cause di forza maggiore.

Già questo loro ruolo sarebbe sufficiente a odiarle; se poi si mettono al servizio di una multinazionale che vuole devastare un territorio per imporre una nuova nocività, allora i motivi, quantomeno, raddoppiano.

Non c’è certezza che lo scoppio di una bomba carta presso la filiale dell’agenzia interinale Adecco di Lecce abbia un legame con il suo rapporto di collaborazionismo con Tap, ma la scritta “No Tap” vergata sul muro lascia pensare a questa ipotesi. Del resto era da tempo che i media parlavano di un rischio di “esplosione della protesta”…

Identificare il nemico

Arricchiamo la lista di stretti collaboratori di TAP con due importanti banche francesi, la BNP e la Société Générale. La prima – BNP Paribas – è stata consigliera per il tratto TANAP assieme alla banca giapponese BTMU; la seconda per il tratto TAP. Entrambe prestano la loro opera di collaborazione fin dal 2013.

Il corrispettivo in Italia per la BNP è la Banca Nazionale del Lavoro, con filiali su tutto il territorio nazionale. Mentre del gruppo Société Générale fa parte la ALD Automotive ( https://www.aldautomotive.it/ ) con sedi a Roma e a Milano.

Parole

Il quotidiano di Confindustria, Il Sole 24  Ore, ci ha fatto piangere dalla commozione. Ci ha descritto un Alessandro Coricciati distrutto nell’animo mentre staccava uno striscione che lo accusava di essere un collaboratore di Tap. E questo solo perché la sua (e di suo fratello Donato) azienda di Martano vende sabbia alla De Pascalis di Galatina (ah, è così?), la quale fornisce il calcestruzzo alla Saipem, la quale lavora nel cantiere di Melendugno.

Non è collaborazionismo, è solo l’imperdibile affare offerto dal sistema capitalista: fare parte degli ingranaggi della mega-macchina industriale che sta devastando l’intero pianeta.

Molto meno corrucciato sarà senz’altro Raffaele Ricciato, la cui ditta di Campi Salentina rifornisce Tap di autocarri e veicoli industriali. Pochi giorni fa alcuni nemici di Tap, andati ad affiggere uno striscione nel centro del suo paese, sono stati sorpresi in flagranza di non-reato da una pattuglia di benemeriti. Anche se c’è chi ha trascorso alcune ore in caserma, ne è valsa la pena. Troppo interessati alle identità altrui, i militi si sono scordati di staccare subito lo striscione che ha fatto a lungo bella mostra di sé davanti agli occhi dei molti passanti e automobilisti incuriositi.

PS Fonti anonime smentiscono categoricamente Il Sole 24 Ore: lo striscione era appeso nella piazza di Martano! Quanto all’amarezza dei fratelli Coricciati, era probabilmente dovuta alla spesa che dovranno sostenere per ridipingere i muri esterni della loro azienda, ricoperti di scritte