Santiago, Cile – Rivendicazione di attacchi coordinati contro chiese cattoliche

All’alba del 12 gennaio, nella notte di luna incappucciata, abbiamo deciso di attaccare una delle istituzioni più ripugnanti e assassine della Storia, un’istituzione che ha in base ad alcune storie gettato milioni di persone nella miseria e immerso le loro mani nella passività… rivendichiamo gli attacchi contro 5 templi cattolici nei settori di Quinta Normal, Villa Portales, Stazione Centrale, Peñalolen e Recoleta. Due dei dispositivi non hanno raggiunto il proprio obiettivo materiale, ma sono riusciti a sollevare un gran clamore mediatico. In merito a queste azioni coordinate dichiariamo:

1) Non abbiamo nessun rapporto con il MJL [Movimiento Juvenil Lautaro, marxista-leninista, ndt], né con gli attacchi ai partiti politici, con i quali i media e la Procura del Sud hanno cercato grossolanamente di collegarci.

2) I motivi per realizzare queste azioni stanno nel nostro disprezzo del cattolicesimo, fino alle sue radici, dato che si è spinto così lontano da rappresentarsi come “popolare”, questa popolarità è basata sull’imposizione avvenuta durante la conquista quando, dopo questo massacro, il popolo, le comunità e i “huachos” delle culture quasi estinte non avevano altra scelta che accettare la storia apostolica romana. Non rispetteremo o tollereremo nessuna Chiesa che promuove il genocidio, il saccheggio, lo stupro e l’imposizione di autorità, non avremo mai nessun rispetto per questa istituzione assassina che benedice le forze armate mentre si preparano a reprimere e intimorire le comunità di Wallmapu, non tollereremo il maggior promotore dell’ego antropocentrico che vede l’intera natura indomita che ci circonda e la colloca ai piedi della razza umana, assegnandone il ruolo di protettore e beneficiario principale, come se l’esistenza di tutto il resto che compone questo mondo dipendesse solamente ed essenzialmente da noi. Sputiamo sulle loro false sottane popolari con le quali hanno solo ingannato il popolo insegnandogli a vivere in ginocchio e a rispondere alle torture solo porgendo l’altra guancia, sputiamo sulla loro cultura patriarcale che hanno costruito e rafforzato per migliaia di anni con epoche piene di morte, come nel caso delle inquisizioni e persecuzioni di donne presunte “streghe”, e addirittura oggi quando il loro potere cerca di entrare nei corpi e nella sessualità dei compagni, non veniteci a raccontare storie proverbiali quando le loro croci e i loro simboli sono stati associati più a omicidi e torture, che al modo di come vivere una bella vita.

3) La nostra diretta minaccia contro il papa è dovuta al simbolo di autorità che lui rappresenta e che noi rifiutiamo, Francesco non è più santo né meno peccatore di chiunque altra persona esistente, noi rifiutiamo l’idolatria e l’autorità, dato che si tratta di una farsa dalla testa ai piedi che acquista forza solo quando le persone ci credono, è così che funziona la menzogna autoritaria… Alla fine, non c’è mai stata una persona o qualsiasi altra esistenza capace di trascendere o semplicemente di essere al di sopra degli altri. Dall’altra parte, Bergoglio (nome di nascita di papa Francesco) è stato un promotore di abusi, torture e autorità… Faceva parte della “Guardia di Ferro” (gruppo peronista di Destra), e durante l’epoca della dittatura ha fornito all’esercito informazioni false su due membri della sua congregazione (gesuita), poi torturati perché avrebbero sostenuto i guerriglieri nei quartieri poveri… e come se questo non bastasse è stato anche complice nel furto di bambini durante la dittatura di Videla. Oggi invece è un forte sostenitore dei complici della pedofilia, come nel caso del vescovo Barros, dedicandosi a difenderlo ironicamente ogni volta che gli veniva chiesto di lui durante la visita in queste terre. Noi crediamo che questo bastardo sia un imbroglione della gente, il quale solo perché non indossa una veste appariscente o non siede su un trono dorato crede che sta celando il lusso disgustoso e la merda che lo circonda, che è stato capace a consegnare i suoi colleghi ai torturatori, che è capace di negare con un sorriso beffardo la propria partecipazione nel rapimento e vendita di bambini, e che sempre con il sorriso marcio è capace di nascondere la vasta scala di pedofilia e abuso sessuale che perseguita la sua istituzione, e che è degno di essere spaventato con la possibilità di un’azione contro di lui.

4) Speriamo che le nostre azioni motivino e incoraggino altre persone a posizionarsi in maniera combattiva contro il clero, il capitale e contro tutte le forme di dominio, diciamo a loro che non esistono limiti quando si tratta di attaccare l’autorità. Convinzione, dedizione e riflessione sono grandi motivatori quando si lancia l’attacco.

Non ci sarà nessuno o niente che deciderà sulle nostre azioni, né permetteremo che qualcun’altro imponga le proprie decisioni e prospettive sui nostri modi di vita o sui nostri corpi, non dimentichiamo secoli e secoli di schiavitù e abusi promossi dalla Chiesa, non ci beviamo la storia di “umiltà” quando il suo “santo padre” dorme nascosto in una dimora di milioni, noi continueremo ad attaccare, forse nel futuro non sarà una chiesa, nessuno lo sa, speriamo che la nostra azione ispiri una riflessione sul cattolicesimo e su come è arrivato in questo territorio… noi miriamo alla liberazione della natura, portiamo la convinzione di causare il collasso di tutto questo schifo di società, questa società che giorno dopo giorno saccheggia la bellezza di Ñuke Mapu (madre terra).

Solidarietà con la fiera resistenza mapuche contro la devastazione del capitale e la farsa religiosa!

Kevin Garrido, Juan Flores, Tamara Sol, Joaquín García, Ignacio Muñoz, Natalia Collado, Facundo Jones Huala, Celestino Cordova, Michael Escobar, Ale Centonio, Freddy Fuentevilla, Marcelo Villaroel, Juan Aliste, Gonzalo Toro, Fernando Droguett, Maitu Garay, Tomás Montenegro e tutti i prigionieri sovversivi del mondo sulle strade!

La vita non è eterna, e voi più che molti altri lo sapete, un abbraccio di complicità nella speranza che la guerra, assieme alla solidarietà, si estenda dentro e fuori i dannati muri…

Contro tutte le vostre Chiese, prigioni e catene, noi continueremo a cospirare e ad attaccare!

Cospirazione di Cellule Nere

fonte: anarhija.info