Grecia – Azioni di solidarietà con il prigioniero anarchico Konstantinos ‘Dinos’ Giagtzoglou in sciopero della fame e sete

Grecia - Azioni di solidarietà con il prigioniero anarchico Konstantinos ‘Dinos’ Giagtzoglou in sciopero della fame e sete
Chiavi e Walkie-Talkie sottratti dai prigionieri ai secondini di Korydallos

Oggi, 24/02, di prima mattina un gruppo di forze speciali della polizia (EKAM) è entrato nel carcere di Korydallos sequestrando il compagno Konstantinos Giagtzoglou (in sciopero della fame da 21/02, esigendo il trasferimento permanente nel carcere di Korydallos, situato ad Atene), per trasferirlo nel carcere di Larissa. Il compagno ha opposto resistenza, ed è perciò stato ferito dai maiali. Non gli è stato permesso di prendere alcuna delle sue cose, neanche le medicine.

Come risposta immediata il resto dei detenuti si è ribellato occupando tutte le sezioni del carcere, esigendo un’incontro il rappresentante del Ministero della Giustizia, per chiedere l’immediato ritorno di Konstantinos nel carcere di Korydallos.

fonte: anarhija.info

Atene: Intervento davanti al Ministero della Giustizia
Oggi, sabato 24/2, c’è stato un intervento davanti al Ministero della Giustizia di circa 80 compagni in occasione del trasferimento violento del compagno Dinos Giagtzoglou e della ribellione che ne è seguita in carcere di Korydallos.
E’ stato appeso uno striscione [in solidarietà con lo sciopero della fame e della sete di Dino]. L’intervento è durato circa un’ora e mezzo. Quando ce ne siamo andati, la MAT (polizia antisommossa) ha eseguito un inutile attacco e inseguimento per le vie di Mar Rosso e Panormos.
Nel contesto di una chiara scelta fatta dall’amministrazione politica del governo di Sinistra di eseguire l’attacco, la polizia ha proceduto a intervenire con cinque arresti, di cui quattro sono diventati arresti con accuse infondate (disturbo di ordine pubblico e tentate lesioni gravi alla polizia, oltraggio della polizia, detenzione di armi, rifiuto di impronte digitali).
Immediata soddisfazione della richiesta di K. Giagtzoglou per il trasferimento al carcere di Korydallos!
Fine della persecuzione dei quattro arrestati dopo l’intervento davanti al Ministero della Giustizia!
Invitiamo alla manifestazione domani, 25/02, nel 16°edificio di tribunale militare, alle ore 11, dove i compagni appariranno davanti al P.M.
Anarchici / Compagni

Volos: Attacco contro il carcere
Domenica pomeriggio abbiamo attaccato con diverse molotov il carcere di Volos. Questa azione è una prima diretta risposta agli avventi verificatisi sabato nelle carceri greche e davanti al Ministero della Giustizia.
Forza all’anarchico Dinos Giagtzoglou in sciopero della fame. Immediata soddisfazione della sua richiesta di essere trasferito in Korydallos. Solidarietà con 4 persone arrestate per l’attacco della MAT (polizia antisommossa) durante la manifestazione davanti al Ministero della Giustizia.
Branco di Rifiuto

Grecia - Azioni di solidarietà con il prigioniero anarchico Konstantinos ‘Dinos’ Giagtzoglou in sciopero della fame e seteAtene: Attacchi coordinati contro la polizia antisommossa
25/02/18: Durante le ultime due notti (venerdì e sabato) abbiamo eseguito attacchi coordinati con le molotov contro le forze della MAT (polizia antisommossa) di guardia in Exarcheia. Questi attacchi erano un segno della nostra piena solidarietà con l’anarchico Dinos Giagtzoglou, in sciopero della fame e della sete esigendo il trasferimento al carcere di Korydallos. Torneremo domani notte.
Se Dino subirà anche la più piccola lesione, bruceremo la città…
Vittoria allo sciopero della fame e della sete del compagno Dinos Giagtzoglou!
Vittoria alla lotta dei detenuti!
Anarchici

Atene: Attaccata la stazione di polizia di Kaisariani
“La risolutezza etica di chi abbandona e attacca le strutture di potere è una percezione, un momento in cui si assaggia la bellezza dei compagni e la miseria di obbligo e sottomissione. “Mi ribello, dunque sono” è una frase di Camus che non smette mai di affascinarmi come solo una ragione di vita può farlo. Di fronte ad un mondo che presenta l’etica come uno spazio di autorità e legge, penso che non esiste altra dimensione etica all’infuori della rivolta, del rischio, del sogno. La sopravvivenza in cui siamo confinati è ingiusta perché brutalizza e abbruttisce.” Massimo Passamani
Nelle prime ore di lunedì mattina abbiamo attaccato la stazione di polizia di Kaisariani con una bomba a mano in solidarietà con lo sciopero della fame e della sete di Konstantinos Giagtzoglou.
IMMEDIATA SODDISFAZIONE DELLA SUA RICHIESTA DI ESSERE TRASFERITO NEL CARCERE DI KORYDALLOS
CORPO, MENTE E ANIMA PER SEMPRE IN LOTTA
VITTORIA ALLA LOTTA DEI DETENUTI
Comunicato intero sull’attacco seguirà.

Qui in Grecia sono stati realizzati alcuni attacchi di solidarietà con il compagno durante i mesi scorsi, della sua detenzione:

— Un gruppo di nome “Crepe nella normalità” ha pesantemente vandalizzato due uffici locali di SYRIZA (il più grande partito del governo di coalizione) e un ufficio postale ad Atene, il 26/01/2018

— Una cellula FAI di nome “Cellula FAI-IRF” ha collocato un ordigno incendiario in un ufficio postale a Patras (nella parte occidentale della Grecia) il 06/01/2018

— Un gruppo di nome “Distruttori della pace sociale” ha pesantemente vanadalizzato un ufficio postale e una filiale locale della Banca del Pireo ad Atene, il 18/01/2018

— Una cellula FAI di nome “Cellule Rivoluzionarie di Azione” ha collocato un ordigno incendiario in una filiale locale della Banca del Pireo ad Atene, il 26/01/2018

— Un gruppo di nome “Cellula Anarchica – Distruzione dell’esistente” ha incendiato una centralina elettrica locale appartenente alla Compagnia Nazionale di Telecomunicazioni (OTE) a Salonicco, il 14/12/2017

Ci sono state anche alcuni piccole manifestazioni di solidarietà ed alcuni striscioni sono stati appesi in giro per la città di Atene assieme ai manifesti ecc.

fonte: anarhija.info