Grecia – Aggiornamenti su attacchi fascisti e risposte dei compagni

La sera di sabato c’è stato un altro attacco fascista a Thessaloniki.
Un gruppo di ultras fasci ha attaccato la squadra di basket popolare della città; in una quarantina di cui parecchi armati (bastoni, chiavi inglesi…) e con caschi. Questo attacco è una conseguenza di quanto successo qualche settimana fa dopo la manifestazione per la “macedonia”, e testimonia la crescita di gruppi fasci nella città, grazie al volano della propaganda nazionalista sulla questione della Macedonia.
Intanto il 10 Marzo è stato chiamato un grande corteo, che raggruppi gli antifascisti non solo della Grecia ma anche di altri paesi.
Qui sotto il comunicato della squadra Προοδευτική Έκρηξη Τούμπας:

Προοδευτική Έκρηξη Τούμπας è una squadra sportiva autorganizzata con caratteristiche antifasciste, antirazziste e antisessiste.
Il 17/2 i sostenitori e i giocatori della squadra hanno subito un premeditato ed organizzato attacco da un gruppo di fascisti, con la scuda della “macedonia”. I fasci son entrati nel campo sportivo di Stavroupoli appena finita la partita e l’attacco è stato respinto. Immediatamente ci siamo raggruppati con solidali e abbiamo lasciato il campo sportivo, con due feriti leggeri. Che fossero solo fascisti o che ci fossero anche ultras di qualche squadra (come sembrerebbe da alcuni elementi) non ci interessa. Si tratta chiaramente di un attacco fascista e così lo tratteremo
NESSUN PASSO INDIETRO, CONTRO IL PERICOLO FASCISTA
Προοδευτική Έκρηξη Τούμπας

Segnaliamo questa corrispondenza da Atene dalla trasmissione Un silenzio assordante di Radio OndaRossa sulle mobilitazioni nazionaliste in Grecia

Qua una breve cronologia delle risposte dei compagni alle manifestazioni fasciste.

21.01.2018

 

-Iraklio, Creta: Attacco alla sede di Alba Dorata.

 

-Hania, Creta: Corteo spontaneo in città, appesi striscioni antinazionalisti nella piazza centrale.

 

-Larisa: Attacco alla residenza di Despina Sferoni, candidata di Alba Dorata.

 

-Atene, Nea Filadelfia: Corteo spontaneo nelle vie del quartiere.

 

22.01.2018

 

-Salonicco: Corteo organizzato dagli occupanti di “Libertaria”. In un momento di tensione, i celerini di Siriza arrestano 4 compagni e 1 compagna.

 

-Atene: In fiamme la macchina di una fascista.

 

-Siros: Corteo in città.

 

-Xanthi: Corteo in città.

 

-Rethimno, Creta: Corteo degli studenti nella città universitaria, attacchinaggi e distribuzione di volantini antinazionalisti.

 

23.01.2018

 

-Rethimno, Creta: Corteo in città.

 

-Rethimno, Creta: Attacco alla sede di Alba Dorata.

 

-Patrasso: Corteo, attacchinaggi e distribuzione di volantini antinazionalisti.

 

-Corfu: Presidio informativo al centro della città.

 

-Mitilini: Corteo in città e striscioni antinazionalisti al porto.

 

24.01.2018

 

-Komotini: Presidio fuori dalla sede di Alba Dorata nel giorno dell’apertura. I fascisti non si presentano e la sede rimane chiusa.

 

-Kavala: Attacco alla sede di Alba Dorata, attacco a due macchine della polizia politica e ad una                     banca.

 

-Elefsina: Gli antifascisti attaccano un comizio nazionalista.

 

-Patrasso: Attacco alla sede nazionalista “Protoporìa”. E’stato scelto di attaccarla, perche su uno degli striscioni dei fasci che hanno attaccato l’occupazione “Libertaria” c’era questa sigla.

 

25.01.2018

 

 

-Atene: Corteo/ronda antifa nei quartieri (ex) fascisti

 

-Atene, Cucachi: Corteo/ronda antifa nel quartiere (ex) fascista

 

-Atene, Nea Smirni: In fiamme la macchina di un fascista.

 

-Patrasso: Corteo in città

 

-Volos: Corteo in città

 

-Corfu: Corteo in città

 

-Hania, Creta: Presidio informativo al centro della città.

 

-Iraclio, Creta: Attacco a cinque membri di Alba Dorata in un’assemblea provinciale. Dopo le botte, corteo spontaneo in città fino alla carica dei celerini di Tsipras.

 

-Korinto: Attacco alla sede nazionalista “Assemblea Greca di Korinto”

 

-Agrinio: Striscione antinazionalista nella piazza centrale della cittadina.

 

26.01.201

 

-Atene: Attacco alla casa editrice fascista “Lohos” nel quartiere Colonaki. Si è scelto quel luogo per gli stretti rapporti tra loro e il gruppo fascista “Cerchio di Ideapolis”. Uno dei gruppi che ha partecipato all’attacco contro l’occupazione “Libertaria”.

 

27.01.2018

 

-Atene, Pireo: Interventi informativi antinazionalisti fuori dalle scuole.

 

-Atene, Pireo: Attacchinaggi e distribuzione di volantini antinazionalisti al centro del quartiere.

 

-Tricala: Striscioni e attacchinaggi in tutto il paese.

 

-Komotini: Secondo presidio fuori dalla sede di Alba Dorata nel giorno dell’apertura. I fascisti non si presentano e la sede rimane di nuovo chiusa.

 

29.01.2018

 

-Elefsina: Corteo in città e attacchinaggi.

 

30.01.2018

 

-Salonicco: Presidio informativo fuori dall’occupazione “Libertaria”.

 

-Patrasso: Attacco a membri di Alba Dorata mentre attacchinavano i loro merdosi manifesti.

 

31.01.2018

 

-Atene: Attacchinaggi e striscioni in vari punti della città.

 

-Iraclio, Creta: Attacco alla sede di Alba Dorata.

 

-Komotini: Terzo presidio fuori dalla sede di Alba Dorata nel giorno dell’apertura. I fascisti non si presentano e la sede rimane nuovamente chiusa.

 

01.02.2018

 

– Atene, Città universitaria di “Zografu”: Corteo degli studenti, distribuzione di volantini antinazionalisti e attacchinaggi.

 

-Patrasso: Attacco alla sede di Soras (noto fascista) di “Assemblea dei Greci”

 

-Patrasso: Attacco alla sede di ANEL, partito di destra in coalizione con l’attuale governo di Syriza.

 

-Iraclio, Creta: Corteo in città, attacchinaggi antinazionalisti e volantinaggi.

 

-Hios: Presidio fuori dall’albergo che doveva ospitare un comizio di Alba Dorata. Il comizio è stato annullato.

 

-Xanthi: Corteo in città.

 

02.02.2018

 

-Atene, Pireo: Attacco degli antifascisti alla sede di Alba Dorata mentre si svolgeva la loro consueta riunione del venerdi. La sede si trova al ottavo piano del palazzo. Gli antifascisti hanno prima attaccato chi si trovava all’entrata, hanno distrutto l’ingresso del palazzo e poi hanno aspettato i fascisti in strada. Quando i fascisti sono scesi in strada, i compagni hanno fatto finta di indietreggiare e poi li hanno caricati.

 

-Atene, Halandri: Corteo e attacchinaggi al centro del quartiere.

 

-Atene, Ilion: Striscioni in tutto il quartiere.

 

-Larisa: Corteo in città e distribuzione di volantini antinazionalisti.

 

03.02.2018

 

-Atene: Contro corteo degli antifascisti da piazza Righilis alla sede centrale di Atene di Alba Dorata, stesso percorso scelto dai fascisti per commemorare l’anniversario della morte di tre soldati greci uccisi dai militari Turchi in uno scontro a fuoco nel isola di Imnia. Il corteo dei compagni si è svolto regolarmente, invece quello dei fascisti è stato sostituito da un presidio fuori dalla loro sede. Più di 3000 partecipanti al corteo antifascista, meno di 300 al presidio fascista.

 

-Atene, Galatsi: Corteo/ronda a due ruote con distribuzione di volantini antinazionalisti.

 

-Atene, quartieri Est: Corteo/ronda a due ruote con distribuzione di volantini antinazionalisti.

 

-Atene, Pireo e dintorni: Corteo/ronda a due ruote con distribuzione di volantini antinazionalisti.

 

-Atene: Attacco alla residenza di Mikis Theodorakis, ex cantautore di sinistra e adesso grande patriota.

 

-Xanthi: Attacco alla sede EAAS (Unione ex Militari).

 

-Iraklio, Creta: Corteo in città.

 

-Larisa: Corteo in città.

 

-Komotini: Corteo in città.

 

-Arta: Striscione antinazionalista nella piazza centrale.

 

04.02.2018

 

-Atene: Per questa giornata era stata programmata la seconda manifestazione nazionalista ad Atene per dire che la Macedonia è Greca e basta… Dopo numerose riunioni con la partecipazione di oltre trenta sigle, si è deciso di presidiare gli spazi occupati, il quartiere di Exarchia e il quartiere di Aghios Panteleimonas (ex roccaforte dei fasci e quartiere popolato dagli immigrati) da possibili attacchi dei fascisti.

In più, è stata organizzata una manifestazione/presidio a Propìlea, che si trova tra il parlamento, dove si doveva svolgere la manifestazione nazionalista, e il quartiere Exarchia.

 

-Atene, Propìlea: La manifestazione a Propìlea si è svolta regolarmente con la partecipazione di oltre 4000 persone che hanno presidiato il posto con un massiccio servizio d’ordine per 4 ore.

Dopo mezz’ora dalla fine della manifestazione, quando oramai i compagni si trovavano a presidiare le strade del quartiere di Exarchia, i nazionalisti hanno attaccato il luogo del presidio (Propilea) non trovando nessuno e con le guardie di Tsipras che li hanno rincorsi per parargli il culo.

 

-Atene, Exarhia: Durante tutta la giornata, sono stati presidiati tutti gli spazzi occupati e il quartiere, presidiando le strade che si affacciano verso la manifestazione nazionalista.

In quella zona si sono verificati due casi di attacco da parte dei fascisti e una da parte dei celerini(un pò pochi dopo le dichiarazioni di guerra per quel giorno da parte dei fasci).

 

  1. I celerini di Syriza attaccano il presidio fuori dalla sede di NAR (Nuova Corrente Comunista), respinto con successo dai i compagni.
  2. Un gruppo di fascisti attacca il teatro occupato “Ebros”, ma viene respinto con successo dai compagni che presidiavano il posto.
  3. Un gruppo ristretto di fascisti ha tentato di entrare nel quartiere senza successo lasciando le loro bandiere sull’asfalto.

 

-Atene, Aghios Pandelèimonas: Più di 200 compagni si sono radunati nella piazza centrale del quartiere (ex roccaforte dei fasci), dalle 11.00 di mattina alle 19.00 di sera. Anche se in tutta la zona non c’era la presenza degli sbirri, i fascisti non si sono presentati.

 

-Atene, Pagrati: Corteo e volantinaggio per le manifestazioni del giorno stesso.

 

– Iraclio, Creta: Presidio antinazionalista alla piazza centrale.

 

-Patrasso: Attacco al comizio nazionalista in un albergo della città.