Villa Francia, Cile – 4 compagni arrestati per porto d’arma durante la commemorazione di Matías Catrileo

Villa Francia, Cile - 4 compagni arrestati per porto d'arma durante la commemorazione di Matías CatrileoDurante il pomeriggio del 3 gennaio 2018, una nuova iniziativa politico-culturale è stata realizzata nella paese di Villa Francia in commemorazione dell’assassinio del compagno mapuche Matías Catrileo per mano della polizia bastarda.
Durante l’iniziativa, anonimi incappucciati hanno compiuto un atto di propaganda armata e poi si sono ritirano dalla zona.
E ‘in quel momento che la polizia in borghese che si trovava nelle vicinanze dell’iniziativa e all’interno del paese avrebbe arrestato i compagni Fernando Droguett, Tomas Montenegro e Maitu Garay accusati di detenzione di due fucili artigianali, una pistola da starter, munizioni e un giubbotto antiproiettile. La polizia ha anche fermato Gonzalo Toros Fernández – accusandolo di essere legato a questo atto di propaganda armata Gonzalo è un ex membro del MIR di 62 anni – e fatto irruzione nella sua casa, dove secondo le versioni della stampa e della polizia sarebbero stati salnitro, potassio, carbone, zolfo, circuiti elettrico con orologeria e telefoni cellulari, oltre a raccordi filettati.
Secondo la stampa, ciò che è stato sequestrato a casa di Gonzalo sarà analizzato dall’ufficio del Procuratore del Sud, che è responsabile per gli attacchi esplosivi.
Il 4 gennaio, tutti i compagni hanno superato il controllo sulla detenzione formalizzato secondo la legge sul controllo degli armamenti. Sebbene il tribunale abbia decretato gli arresto domiciliari degli accusati, l’ufficio del pubblico ministero ha deciso di ricorrere in appello, cosi chè per il momento sono stati portati in prigione (Santiago 1 e Prigione femminile di San Miguel) finché la Corte d’Appello non deciderà se rimarrano in detenzione preventiva. o agli arresti domiciliari.
Solidarietà con Fernando, Tomas, Gonzalo e Maitu!
Ultima ora: L’ udienza della corte d’appello si terrà sabato 6 gennaio al mattino, vi terremo aggiornati.

fonte: publicacionrefractario.wordpress.com