Lipsia, Germania – Attacco incendiario contro le forze repressive dello Stato

Le nostre fiamme contro la loro repressione!

Mentre in molti luoghi si festeggiava nel baccano l’anno nuovo, brindando fino allo sfinimento, ripetendo promesse e auguri, come se tutta la merda del passato potesse essere semplicemente spazzata via da un bicchiere di spumante, noi abbiamo avuto i nostri fuochi d’artificio: approfittando dell’occasione siamo entrati nella zona di Witzgallstraße, carichi di congegni incendiari, lasciando i nostri auguri di buon anno agli sbirri e alla procura. In questo luogo le autorità repressive uniscono le proprie forze per reinserire i giovani “criminali” nel “migliore dei mondi” e integrarli nel sistema e nella sua logica di sfruttamento.

Negli ultimi mesi abbiamo sperimentato i fondamenti di questa società: molte cose sono successe, che abbiamo vissuto con molta inquietudine, molta rabbia e incomprensione. Da una parte – giusto per fare qualche esempio:

— la nuova riforma che limita ancora di più il diritto d’asilo, già adesso alquanto inumano

— le nuove leggi sugli sbirri e il loro riarmo

— l’accettazione dell’AfD e una società in generale sempre più di destra

— il G20 e le sue conseguenze: campagna di diffamazioni e calunnie, perquisizioni, caccia all’uomo, pubblicazione pubblica dei mandati di cattura, tentativo di stabilire delle spaccature, dissociazioni….

Dall’altra parte, è la nostra stessa paralisi e il sentimento di impotenza che vede l’assenza di un urlo di protesta che dovrebbe seguire di fronte all’arbitrio permanente e il vortice che ci trascina sempre di più verso una vita di sorveglianza totale e uno Stato poliziesco minaccioso. Siamo ben coscienti che il fatto d’uscire da questo stato d’impotenza non farà né vacillare né crollare l’ordine statale. Ma noi non intendiamo affatto aspettare ed esprimere la nostra critica su condizioni esistenti dalla tranquillità di uno scantinato.

I nostri saluti vanno a tutte le persone incarcerate in lotta che non si lasciano schiacciare e perseverano, a tutti le persone che non dedicano le proprie energie a dominatori e ai potenti, ma che sono alla ricerca di una vita libera e di una libertà senza limiti!

Gli autonomi (A)

fonte: anarhija.info