Lampedusa – Tunisini in rivolta nell’Hotspot

Dai media apprendiamo dell’ennesima protesta delle persone costrette nell’hotspot dell’isola di Lampedusa. Secondo i media sarebbero tutte persone provenienti dalla Tunisia, per le quali lo Stato prevede l’espulsione diretta dopo l’identificazione.

Ieri sera, una sassaiola contro le forze dell’ordine presenti nella struttura avrebbe causato il ferimento di un carabiniere.
Questa protesta è frutto della tensione provocata dal blocco nell’isola-carcere di tutte le persone che lo Stato prevede di espellere. Sempre secondo i media, negli ultimi giorni le persone recluse nell’hotspot hanno più volte chiesto di lasciare l’isola e alcune di loro hanno tentato d’imbarcarsi sulla nave che collega Lampedusa e Linosa a Porto Empedocle ma sono state purtroppo bloccate dai controlli.

In attesa di conoscere maggiori informazioni, libertà per gli harraga!

Fonte: Hurriya.noblogs.org