Basilea, Svizzera – Attaccato ufficio di collocamento

Ognuno che non si lascia sfruttare a sufficienza viene isolato e subisce sempre di più la pressione.

Il sussidio di disoccupazione o altri aiuti sociali vengono concessi solo a coloro che si sottomettono: mediante sanzioni e misure disciplinari le persone vengono sorvegliate, umiliate e costrette ad accettare lavori precari.

L’aumento della “flessibilità” e di “auto-ottimizzazione” significa da un lato aumento di profitti per alcuni, e dall’altro dei contratti di lavoro precari per la maggioranza. Il fatto che le persone cadono nella dipendenza finanziaria viene a torto attribuito all’incapacità individuale. Questo rende difficile la critica fondamentale e la resistenza.

Di conseguenza, abbiamo distrutto i vetri d’entrata dell’ufficio di collocamento in Kleinbasel nella notte di San Silvestro.

Speriamo che questa azione farà sorridere qualche persona nei prossimi giorni.

Per un nuovo anno combattivo!

fonte: anarhija.info