Amburgo – Incendio di un veicolo Telekom per il 17 Novembre

Ispirato dalla determinazione combattiva dei nostri compagni in Grecia, che costituisce un affronto permanente all’ordine regnante, abbiamo sabotato un veicolo TELEKOM la scorsa notte [16-17 novembre 2017] .

Il 17 novembre è un giorno storico in Grecia, che porta le correnti di estrema sinistra e anarchiche nelle strade. Quando il potere della giunta militare decise il 17 novembre 1973 di attaccare con i carri armati l’Università Politecnica di Atene e così di togliere la vita di più di 20 persone, contribuì in parte a gettare le basi del movimento antiautoritario in Grecia, queste stesse basi che persistono fino ad oggi. Ogni 17 novembre, le vittime di questo massacro sono tradizionalmente commemorate a colpi di pietre e cocktail Molotov.

La sovversione anarchica ci consente, anche da Amburgo, di mostrare solidarietà con gli amici che combattono ad Atene. Ci rifiutiamo di pensare in termini di confini nazionali. Ecco perché un giorno come il 17 novembre è un giorno che non dovrebbe creare disordine solo in Grecia, ma anche qui. Perché non ci interessa sapere se i nemici parlano greco o tedesco. Poiché l’odio dell’altro è il problema stesso, il poliziotto è di per sé il problema, lo stato stesso è il problema, il dominio in sé è il problema. E poiché il dominio è onnipresente, così è anche la nostra azione sovversiva. I nemici della libertà possono essere trovati ovunque, basta tenere gli occhi aperti. La Deutsche Telekom fornisce ai servi dello Stato tecnologie all’avanguardia e facilita l’azione dei porci della polizia. della guardia costiera e dei secondini. Il mantenimento del potere è come il meccanismo di un orologio, la nostra missione è sabotarlo.

Perché all’ombra della distruzione, potessimo di nuovo respirare liberi.

Rivoltiamoci per respirare.

Per dirla con le parole dell’annuncio Telekom: “Per un mondo senza confini”

Gruppo anarchico

fonte: chronik.blackblogs.org