Argentina – Santiago Maldonado Vive!

Santiago Maldonado
L’omicidio di Santiago Maldonado ha innescato una serie di azioni in Argentina. Santiago scomparve il 1 agosto, rapito dalla Gendarmeria, e il 20 ottobre fu confermato che il cadavere trovato apparteneva al nostro compagno Santiago Maldonado. Speriamo che i responsabili subiscano la peggiore vendetta possibile.

Morte allo Stato assassino, Santiago vive!

Oggi come la scorsa notte continuiamo per le strade ¡SANTIAGO VIVE!

fonte: contramadriz.espivblogs.net

ORA SEI PARTE DELLA TERRA CHE TANTO AMAVI

Sono triste le ore in cui viviamo. Il 20 ottobre, Sergio Maldonado ha confermato ciò che temevamo. Il corpo abbandonato dalla Gendarmeria nel fiume Chubut è il compagno Santiago Maldonado.

La gendarmeria è responsabile. Lo Stato è responsabile. Perché sono stati loro che lo prelevarono dal territorio ribelle di Cushamen il primo di agosto.

Santiago Maldonado non è più un scomparso, adesso è un assassinato. Ma non dobbiamo mai dimenticare la cosa più importante. Santiago Maldonado è stato ucciso perchè lottava, perchè era un solidale, perchè affrontava la Gendarmeria a fianco dei weichafes (guerrieri) del MAP, il Movimento Autonomo Mapuche del Puel Mapu, chiedendo la liberazione di Facundo Jones Huala.

Santiago Maldonado è stato ucciso dalla proprietà privata. Non contenti di averlo fatto scomparire e uccidere, volevano e persino tentarono di falsificare la sua persona. Anche molti di coloro che pretendono di onorare la sua memoria.

Dobbiamo sempre averlo nei nostri cuori come un combattente, come qualcuno che ha cercato insieme agli altri di cambiare questa società di merda dove la merce viene prima della vita.

Il nostro miglior omaggio sarà quello di continuare a combattere , continuare a sfidare lo Stato e il Capitale come faceva lui. Santiago Maldonado che ha lottato nelle barricate di Chiloé, difendendo il mare. Santiago Maldonado che ha combattuto per l’immensa terra del sud.

Ogni volta che il forte vento della Patagonia soffia, lui sarà lì.

Ogni volta che i ribelli del mondo cercano di dar l’assalto al cielo, lui sarà lì.

Riposa compagno, il mare, la terra e le foreste per le quali hai dato la vita ti aspettano per accoglierti.

fonte: boletinlaovejanegra.blogspot.it